Luci, lucine, calze e camini …

Si dice che “l’Epifania tutte le feste porta via”. Ma veramente dobbiamo gia’ togliere albero, presepe, luci, lucine, addobbi, palline colorate, lanterne, casette in pan di zenzero sparse qua e la’ per la casa? Dobbiamo rinunciare all’odore dei biscotti alo zenzero, ai bastoncini di zucchero, panettoni, dolcetti vari, cioccolatini di tutte le forme e dimensioni? Io non sono ancora pronta per tutto questo: lo so che Natale e’ ormai passato, e sinceramente vedere l’albero che ancora brilla di tante lucine sfavillanti e colorate, mette un po’ di malinconia, ma ancora per qualche giorno voglio tenere tutta questa magia. Guardo l’albero di Natale e ci rivedo tanti ricordi e emozioni: un angioletto regalato da un’amica, le palline vintage di quando ero piccola, la calza di Babbo Natale comprata a New York, i bastoncini di zucchero che danno colore e dolcezza.

© Giulia Porruvecchio  
© Giulia Porruvecchio  
© Giulia Porruvecchio  

Ancora poco e tutto questo sarà’ inscatolato e messo via pronto per l’anno prossimo. Ma intanto godiamoci gli ultimi 2 giorni di festa: appendiamo le calze, accendiamo i camini e aspettiamo la simpatica vecchietta che riempira’ le calze di dolcezze e prelibatezze (forse per addolcire “l’amarezza” dell’ultimo giorno di festa). Il nuovo anno e’ iniziato da qualche giorno e mi auguro di poterlo affrontare con l’animo, il cuore e gli occhi pieni di magia che portano queste feste, cosi’ come riescono a farci tornare bambini e a pensare che la magia e i sogni sono ovunque, basta fermarsi, ascoltare e inseguire ciò’ che ci rende felici.

© Giulia Porruvecchio  
© Giulia Porruvecchio  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.